Estate a prova di Privacy

Agosto, si sa, è mese di vacanze e se hai in programma delle ferie dovresti pensare a come non licenziare la tua privacy.

Quando si parla di riservatezza, infatti, anche gli interessati giocano un ruolo decisivo, perché sono i soggetti che per primi possono adottare degli atteggiamenti atti a proteggerla.

Quale strategia sarebbe utile adottare per trascorrere un’estate a prova di privacy?

Innanzitutto, occhio alle informazioni che si condividono sui social.
Prima di postare delle fotografie in vacanza, assicurati di non aver ritratto anche altri soggetti o di aver ottenuto da questi il consenso alla pubblicazione.

Lo stesso vale per le riprese con i droni: quando si sorvola uno spazio pubblico con un velivolo dotato di fotocamera è bene evitare di invadere lo spazio personale e le eventuali immagini raccolte potranno essere utilizzate solo in caso di irriconoscibilità dei soggetti o previo consenso degli interessati.

Un’attenzione particolare, come sempre, alle immagini dei minori: la maggior parte del materiale pedopornografico in rete proviene dalle fotografie che postiamo regolarmente sui social.

Comunicare che si è in vacanza, indicando esattamente i periodi in cui si sarà lontani da casa, ti può esporre al rischio di subire furti nella tua abitazione privata; il pericolo aumenta se hai condiviso l’esatto indirizzo di casa.

Se ti colleghi ad una rete Wi-Fi gratuita, attenzione a non immettere informazioni sensibili, come le credenziali di accesso all’home banking e agli account di posta elettronica; non puoi conoscere il livello di sicurezza della rete a cui ti stai collegando.

In vacanza, è più facile smarrire i propri dispositivi: un backup prima della partenza ti garantisce il recupero di tutte le informazioni salvate sul device; è comunque buona regola evitare di salvare grandi quantità dati sensibili, come i codici pin delle carte di credito e le credenziali di accesso a siti e servizi. Lo smarrimento e/o il furto, in questo caso, non riguarda solo il dispositivo ma anche la miniera di informazioni su esso salvate.

Per avere un’estate a prova di privacy la prevenzione – come sempre – è la base di tutte le tutele. Formarsi e comprendere quante e quali azioni si possono adottare sin da subito per proteggere la propria riservatezza è un buon punto di partenza. Sul sito ufficiale del Garante Privacy ci sono tanti spunti interessanti con cui iniziare.

Scarica l’infografica con tutti i suggerimenti pro privacy:

Articolo pubblicato nella rubrica digitaLegal del Bresciaoggi

Immagine di Stux, Pixabay