COPYRIGHT DEI CONTENUTI ORIGINALI SUI SOCIAL MEDIA

Grazie ai social network possiamo fotografare ogni istante della nostra vita e condividerlo con il resto del mondo.
Di questo nostro contenuto, però, ne perdiamo il controllo, perché resta immagazzinato in un ambiente virtuale che non conosce limiti spaziali e temporali.

E’ lecito chiedersi, quindi, se anche noi siamo protetti dal diritto d’autore quando pubblichiamo qualcosa di originale.

Come spiegato nel mio articolo precedente, fotografie ed immagini sono frutto delle arti figurative e protette dalla legge sul copyright (L. 633/1941).
Cosa accade, però, ai contenuti autentici condivisi sui social network?
Per rispondere, dobbiamo analizzarne le rispettive condizioni d’uso. Come sempre, mi occuperò esclusivamente dei social che abitualmente utilizzo.

Facebook.
Condizioni d’uso, par. 3.3. L’utente è titolare dei diritti di proprietà intellettuale dei contenuti che crea e condivide su Facebook, ma concede a quest’ultimo ampia licenza d’uso sugli stessi a titolo gratuito. Nello specifico, questa licenza è “non esclusiva, trasferibile, sub-licenziabile, non soggetta a royalty e valida in tutto il mondo per la trasmissione, l’uso, la distribuzione, la modifica, l’esecuzione, la copia, la pubblica esecuzione o la visualizzazione, la traduzione e la creazione di opere derivate dei propri contenuti” (cfr. termini d’uso).
La licenza in questione, quindi, è molto ampia e concede a Facebook eterogenei e molteplici diritti. Facciamo alcuni esempi: quando l’utente carica una fotografia od un video di propria riproduzione, autorizza Facebook a memorizzarli, copiarli e condividerli con altri soggetti.

Instagram.
IG, come ben sappiamo, fa parte della grande famiglia Zuckerberg. Sostanzialmente, i termini d’uso sono i medesimi di Facebook (cfr. termini d’uso).

LinkedIn
Condizioni d’utilizzo par. 3.1. All’utente sono riconosciuti i diritti di proprietà intellettuali sui contenuti dallo stesso creati e condivisi. Tuttavia, come per Facebook e IG, l’utente riconosce a LinkedIn ampia licenza d’uso, che comprende la facoltà di utilizzare, copiare, modificare, distribuire e trattare l’opera condivisa, il tutto royalty free naturalmente (cfr. termini d’uso).

Per tutte e tre le piattaforme prese in considerazione, con la pubblicazione di un contenuto originale, l’utente cede a titolo gratuito licenza per il suo utilizzo. Ciò significa che, l’immagine condivisa esce dalla sfera di controllo del suo autore e può essere distribuita, modificata o pubblicata dal social network.
Facciamo un esempio: se hai un’azienda agricola e pubblicizzi sui social i tuoi prodotti locali, quella fotografia può letteralmente uscire dai nostri confini nazionali ed essere visualizzata nel resto del mondo, senza che tu faccia alcun click o acconsenta alla sua riproduzione.

Abbiamo accettato questa pattuizione al momento dell’iscrizione al social network. Quando pubblichiamo un contenuto, quindi, dobbiamo essere consapevoli di questa cessione e delle autorizzazioni che concediamo. Per questo motivo, è fondamentale selezionare attentamente l’immagine che intendiamo condividere.

Scarica questa infografica come reminder sul copyright dei contenuti originali condivisi sui social network:

Foto da Pixabay