Cookie: una guida pratica

Prima parte

Se gestisci un blog o hai un sito internet per promuovere la tua attività – o sei intenzionato a realizzarne uno – sicuramente ti sei già imbattuto in banner e cookie policy.
Sono due documenti che dovresti incontrare spesso quando navighi online.

In questo blog, abbiamo già parlato di cookie, a proposito di contenuto, funzioni e distinzioni tra i diversi elementi.


Con questo articolo, invece, voglio iniziare a darti degli spunti pratici, da applicare già da ora nella tua attività.
Se, invece, sei un utente, voglio stimolare in te una maggiore sensibilità al tema, per invogliarti a valutare la regolarità di ogni sito web in cui navighi.

Il banner e l’informativa sui cookie sono due documenti legali obbligatori.

Se il tuo sito web, o quello in cui stai navigando ne è sprovvisto, è a rischio di sanzioni.
I modelli standard disponibili online non sono sicuri, perché il lavoro è sartoriale: i documenti devono essere realizzati su misura in base alle specificità della tua attività.

La loro complessità varia in base ai singoli cookie che vengono effettivamente impiegati.
Se un blog utilizza i soli cookie tecnici, che sono quelli necessari al funzionamento del sito stesso, allora l’adeguamento privacy sarà più semplice, perché basterà darne atto nell’informativa e, per essere più completi, segnalarlo nel banner che comparirà al primo accesso dell’utente. Diverso, invece, l’approccio in caso di cookie di profilazione. Serviranno, in questo caso, il consenso dell’utente – che dovrà essere prestato nel rispetto di particolari condizioni – l’indicazione delle finalità e degli altri elementi legali obbligatori per la policy.

A giugno, il Garante Privacy ha adottato delle nuove linee guida per i cookie e per gli altri strumenti di tracciamento, che introducono delle nuove modalità operative per la creazione dei documenti legali nel rispetto delle novità teoriche che in questi anni hanno investito la gestione dei dati. L’Autorità ha concesso sei mesi di tempo per adeguarsi. Questo è un chiaro invito all’azione.

L’obiettivo è sempre lo stesso: lavorare insieme per creare un ambiente virtuale rispettoso dei nostri dati personali. 

Articolo pubblicato nella rubrica digitaLegal del Bresciaoggi

Se cerchi più dettagli su privacy, cookie e adempimenti connessi, consulta questa pagina.

Immagine di Simon, Pixabay