Cookie Policy: la guida

Terza parte

Se gestisci un blog o hai un sito internet per promuovere la tua attività – o sei intenzionato a realizzarne uno – è ora di mettere mano a banner e cookie policy, per adeguarli alle nuove linee guida recentemente emanate dal Garante Privacy.

Banner e informativa privacy sono due documenti legali che, pur rispondendo ad esigenze diverse, collaborano per facilitare l’utente nel momento dell’espressione del consenso.
Linguaggio e impostazione grafica dei documenti sono davvero importanti: è il titolare a dover porre l’utente nelle condizioni di poter leggere e comprendere questi contenuti; un’informativa solo testuale, scritta in modo molto fitto e con tecnicismi troppo particolari, non veicola bene il messaggio. Valide alternative all’informativa standard scritta in legalese sono il legal desing, con infografiche, simboli e schemi, e la gamification.

Come contenuto, in tema di cookie, l’informativa dovrà anche indicare gli – eventuali – terzi destinatari dei dati e il tempo di conservazione. All’accesso al sito web, dovrà immediatamente comparire il banner, con l’indicazione specifica di tutti i cookie utilizzati, che consentirà all’utente di esprimere il consenso.

La novità importante sta nell’ipotesi di inerzia dell’utente: in questo caso, si applicano in automatico le impostazioni di default e la navigazione continuerà in assenza di cookie e di altri elementi di profilazione/tracciamento.

C’è una gradualità degli adempimenti da porre in essere, in base al tipo di cookie impiegati; il lavoro da fare è sartoriale, non standardizzato. Non esistono altri metodi leciti per l’acquisizione del consenso alla navigazione tracciata: le nuove indicazioni del Garante Privacy confermano l’inadeguatezza sia dello scorrimento della pagina – cd. scrolling – che del cookie wall dove l’utente viene obbligato all’applicazione del tracciamento. Queste ipotesi non consentono l’espressione del consenso con un atto libero, inequivocabile e consapevole.

Le novità introdotte dalle nuove linee guida non sono delle riforme inattese e a sorpresa, perché sono l’applicazione del Regolamento Europeo sulla privacy, già in vigore; l’adeguamento dei cookie, quindi, era ed è un passaggio obbligato. Sempre valido l’invito a consultare le risorse gratuite del Garante Privacy, far sì che i tuoi contenuti online siano sempre rispettosi della privacy degli utenti

Articolo pubblicato nella rubrica digitaLegal del Bresciaoggi

Ultimo contenuto per la guida sulla nuova cookie policy; puoi rileggere i precedenti contenuti: